copertina PNG

SOLIDARIETA’

Una parola bella e significativa, ma soprattutto un atteggiamento che dovremmo fare nostro e assumere nel quotidiano.

Non ci meravigliamo nello scoprire che ogni uomo ha dentro di sé l’istinto di aiutare il prossimo; tra i suoi insegnamenti, Gesù ce lo ha trasmesso: nella Sua Parola è scritto infatti che vi è più gioia nel dare che nel ricevere. Ed è questa gioia che ci spinge a voler dare, sempre di più, a chi ci è intorno.

Solidarietà è mettere da parte se stessi e pensare a chi è nel bisogno

Sono questi i piccoli gesti che fanno la differenza e ci ricordano che esistono sentimenti e valori più alti, come l’Amore e l’Altruismo, troppo spesso dimenticati o tralasciati. Sono questi sentimenti che ci fanno sentire in dovere di contagiare gli altri con l’immenso Amore di Dio.

Non sappiamo il motivo per il quale succedono alcune cose, ma sappiamo che tutto coopera al bene quando Dio è in controllo. Ed è Lui che ci ha dato l’opportunità, in un momento tanto difficile, di mostrare amore a chi amore ha dimenticato, di mostrare sostegno a chi non ha voce per chiedere aiuto. È così che mostreremo al mondo chi è davvero Dio, perché Lui è colui che ha il disegno e noi coloro messi a disposizione Sua per farsi conoscere su questa terra.

E come la famiglia quale siamo, nessuno si è tirato indietro per dare una mano: Italy for Christ ha donato un bonus per permetterci di fare la spesa per ben quaranta famiglie; grazie a Betel Italia abbiamo potuto distribuire, tra Melito e Scampia, ottocento cassette di frutta, delle quali duecento di insalata, trecento di kiwi e trecento di fragole; la Chiesa Evangelica Cinese di Prato ha donato mille mascherine, così come la tenda Cristo è la Risposta, e abbiamo potuto ditribuirle insieme con il sindaco di Melito; e, infine, l’azienda Master Essenze ha donato duemila bottiglie di igienizzante delle quali mille sono state destinate ad una missione ad Amsterdam e le altre mille distribuite da Gospel Napoli sul territorio.

Ma tutto questo ancora non basta. Non ci stancheremo di stare in prima fila, non perché siamo dei supereroi, ma perché siamo figli del Dio che ha promesso che ci avrebbe accompagnato in ogni battaglia senza che fossimo abbattuti. Ed è per Lui che facciamo ogni cosa, poiché è scritto: “Perché ebbi fame e mi deste da mangiare; ebbi sete e mi deste da bere; fui straniero e mi accoglieste; fui nudo e mi vestiste; fui ammalato e mi visitaste; fui in prigione e veniste a trovarmi.(Mt 25:35-36)

Ecco alcune Foto

Write a comment:

*

Your email address will not be published.

Gospel Napoli Theme | Made with love.
Top
Follow us: